Lunedì, Apr 12, 2021

Ecco come tre clienti Forcepoint proteggono i loro dati garantendo la produttività

Kim Cook

Perché dovremmo accettare le violazioni come inevitabili? I sistemi tradizionali di protezione dei dati offrono visibilità sulle interazioni tra dipendenti e dati, ma non forniscono informazioni sul contesto. Di conseguenza distinguere tra usi legittimi e usi rischiosi dei dati è difficile, e la quantità di segnalazioni generate è tale da travolgere i team addetti alla sicurezza IT.

Testimonianze dei clienti Forcepoint

I team IT si trovano perciò di fronte a un dilemma: applicare policy restrittive, che mitigano i rischi ma inibiscono la produttività, o ridurre al minimo l’applicazione delle policy e favorire così la produttività? Se a questo scenario si aggiunge la dispersione geografica della forza lavoro, ecco che le sfide della sicurezza si complicano ulteriormente.

Per evitare questo dilemma inaccettabile, le imprese possono scegliere Forcepoint come partner per la sicurezza informatica. Grazie a questa partnership, responsabili della sicurezza di aziende operanti in tutto il mondo hanno intrapreso un percorso che consente loro di proteggere utenti e dati concentrandosi sulle loro interazioni.

Communisis adotta soluzioni di sicurezza flessibili per supportare la trasformazione digitale

Per aziende come Communisis nel Regno Unito, i dipendenti costituiscono il rischio più alto ma anche l’opportunità più grande. Ecco che cosa ha detto Michelle Griffey, Chief Risk Officer di Communisis:

“The work we do for our clients means there's a heck of a lot of personal data flowing through our network.

We have to make sure that information is secure, plus protect for example, a proprietary marketing piece that a major brand is about to release. 

Communisis has built up our expertise and our clients’ trust that we’ll keep their information safe over the last 10 years. It’s critical to our business.” 

Communisis offre servizi di comunicazione e stampa ad alcune delle principali agenzie governative, società di servizi finanziari e compagnie assicurative britanniche, oltre a servizi di marketing per punti vendita e contenuti creativi per brand internazionali. Questi impegni richiedono soluzioni di sicurezza informatica al top della categoria per dati, web, e-mail e cloud. Da anni, Communisis si affida a Forcepoint Web Security, Email Security e DLP per proteggere le sue persone e i suoi dati. Di recente la società ha deciso di potenziare il suo assetto di sicurezza con Forcepoint Dynamic Data Protection (DDP) per la difesa dei dati adattiva in base al rischio e con CASB per la visibilità sull’uso del cloud, nell’intento di perfezionare l'allineamento tra strategia di sicurezza ed evoluzione della trasformazione digitale.

Michelle Griffey spiega ulteriormente:

“We can start to be much more targeted in our security, rather than almost putting a wall up and saying, 'We’re not going to let anybody do anything'.

It's going to allow us to enable our teams to work better to their own role in their own job.”

Un modello per la sicurezza informatica moderna: C4 Center, la soluzione all’avanguardia che protegge dati e cittadini

Il centro di comando, controllo, comunicazione e calcolo (C4 Center) di León, in Messico, funziona come centralino di pronto intervento al servizio di 1,6 milioni di cittadini. Per impedire fughe di dati sensibili, l’agenzia responsabile del Centro si era prefissata di realizzare il servizio di pronto intervento più avanzato del Paese, che fungesse da modello per le altre agenzie nazionali.

Ecco che cosa ha detto Edgar Orta, Assistant IT Manager del C4 Center di León:

“Our operators rely heavily on certain cloud-based apps to share sensitive and confidential information inside the institution.

It is our job to ensure the use of clouds to guarantee the confidentiality of the information.”

Per dare indicazioni efficaci ai primi soccorritori, i centralinisti devono ottenere le giuste informazioni da chi chiama, e questo è possibile solo se le persone confidano che i centralinisti tuteleranno la loro privacy e i dati sensibili che forniscono. Da quando ha scelto Forcepoint come partner, il C4 Center di León ha ridotto le violazioni e sta notando una diminuzione dei tentativi di esfiltrazione dei dati, mentre gli utenti vedono messe in atto le misure di sicurezza informatica.

Edgar Orta spiega ulteriormente:

“Forcepoint works as an inhibitor to people who may want to leak something. People know we know who sent the information and where.

We strengthened areas that we hadn’t covered at the endpoint, such as knowing what data is being shared, what information travels between which users, and how much time users are spending with data and in applications.”

Gestione delle grandi sfide, dalla conformità alle leggi alla protezione della forza lavoro in smart working per Pelephone

Come prima compagnia a offrire servizi di telefonia mobile in Israele, Pelephone doveva risolvere una serie di sfide di business, ad esempio rispettare le normative nazionali sulla protezione dei dati, prevenire fughe di dati che potevano danneggiare la reputazione aziendale e violare la legge, proteggere una forza lavoro remota, aumentare la visibilità e migliorare i controlli aziendali.

Data l’enorme quantità di informazioni riservate che l’azienda ha accumulato, il responsabile della sicurezza IT Sesil Sela e il team di Pelephone hanno adottato regole di policy molto severe utilizzando Forcepoint DLP. Questa attenzione maniacale ai dettagli della sicurezza, unita a Forcepoint DLP, ha permesso a Pelephone di rilevare e bloccare, prima che fosse troppo tardi, furti di proprietà intellettuale da parte di diversi soggetti interni all’azienda, compreso un tentativo di portare via i dati degli account dei clienti in uno zaino alle 3 di notte.

La pandemia da coronavirus ha costretto il team di Sela ad adeguare le policy e i controlli in corso d’opera. Con l’aumento del numero di dipendenti che iniziavano a lavorare da casa e a connettersi autonomamente a servizi basati sul cloud, il team di sicurezza ha potuto mettere a punto le regole di protezione dei dati di Forcepoint per perseguire un duplice obiettivo: da un lato rispondere all’esigenza dei dipendenti di accedere ai dati da qualsiasi luogo, dall’altro fornire una visibilità migliore e ininterrotta, attivando avvisi e controlli più proattivi.

Ecco che cosa ha detto Sesil Sela, Information Security Manager di Pelephone:

“Forcepoint DLP gave us more visibility through alerts that showed employees emailing sensitive data to their personal accounts in order to do their work remotely.

This insight allowed us to share best practices and coach employees on how they could work better from home using the corporate tools they already had, like video conferencing for remote collaboration and communication, without having to circumvent our security policies.”

Protezione di dati e utenti ovunque si trovino

Organizzazioni di classe enterprise come Communisis nel Regno Unito, C4 Center in Messico e Pelephone in Israele hanno implementato framework di sicurezza flessibili, in grado di proteggere i dati in più sedi, con la possibilità di integrare facilmente l’analisi comportamentale o l'identificazione di app e servizi cloud ora o in futuro. Questo grazie a responsabili della sicurezza esperti e consapevoli della possibilità di modernizzare i sistemi di sicurezza informatica mediante la partnership con Forcepoint. Il loro approccio alla sicurezza mette a disposizione dei dipendenti strumenti efficaci e sicuri, proteggendo nel contempo i dati critici e garantendo la conformità alle normative.

Per saperne di più su come la piattaforma integrata di sicurezza informatica di Forcepoint ha aiutato ognuna di queste imprese, leggi le testimonianze complete dei clienti o consulta le informazioni disponibili sui prodotti citati nell’articolo.

Leggi i case study dei clienti:

Richiedi una prova gratuita di Forcepoint DLP

Per saperne di più sui prodotti di sicurezza Forcepoint:

About Forcepoint

Forcepoint is the leading user and data protection cybersecurity company, entrusted to safeguard organizations while driving digital transformation and growth. Our solutions adapt in real-time to how people interact with data, providing secure access while enabling employees to create value.

Kim Cook

Kim Cook is a Sr Content Marketing Manager at Forcepoint with more than 15 years experience in high tech marketing and content strategy. Her priority is developing thought leadership and educational content that helps IT and cybersecurity professionals know more about the industry and do their...

Read more articles by Kim Cook